Trattamenti
+30.000 annui
Struttura
1000mq
Network
Top Physio ®

Training LCA – 9 week

Il Legamento Crociato Anteriore (LCA) è uno dei cardini della stabilità del ginocchio, evita il movimento di traslazione anteriore della tibia sul femore. La mancanza dello stesso altera la biomeccanica del ginocchio con conseguenti cedimenti improvvisi nell’appoggio dell’arto interessato, di conseguenza crea ulteriori danni articolari (meniscali e cartilaginei) che conducono ad una precoce artrosi dell’articolazione.

Durante la riabilitazione è fondamentale scegliere gli esercizi giusti e meno pericolosi in modo da riportare l’atleta alle condizioni di forma ottimali.

In letteratura è possibile ritrovare molti protocolli riabilitativi anche se non esiste unanime consenso in merito al protocollo ottimale da utilizzare, ogni programma va adattato al paziente che abbiamo di fronte e non può essere standardizzato.  In ogni caso, il denominatore comune di tutti i più attuali metodi riabilitativi, sembra essere la mobilizzazione precoce che riduce l’insorgenza di complicanze come rigidità articolare od importanti atrofie muscolari, migliorando nel contempo il processo riabilitativo.

La prima fase, molto importante per non compromettere il cammino riabilitativo, mira al recupero dell’estensione completa (fattore molto importante), alla gestione del gonfiore e del dolore, al reclutamento muscolare tramite contrazioni isometriche e al graduale recupero della flessione.

È molto importante introdurre, nella riabilitazione post intervento, gli esercizi di Core Stability (il rafforzamento simmetrico dei muscoli della parete addominale, dei muscoli paravertebrali, dei muscoli glutei e dei muscoli prossimali stabilizzanti dell’anca). Questo perchè il tronco è lo stabilizzatore delle articolazioni a monte e a valle, durante il gesto atletico ad esempio della corsa, l’attivazione di questi muscoli prossimali è utile per non gravare tutto il peso articolare sul ginocchio .

Fase molto importante nel percorso riabilitativo è l’utilizzo di esercizi propiocettivi a cui va dato un importante ruolo e la giusta enfasi, perché un buon lavoro in fase riabilitativa e in seguito di mantenimento, aiuta l’atleta a ridurre il rischio di infortunarsi di nuovo.

La propriocezione è una speciale capacità che ha il Sistema Nervoso Centrale di percepire la posizione e il movimento dei segmenti corporei nello spazio, con o senza controllo visivo, grazie alla stimolazione dei propriocettori (es. organi tendinei del Golgi, fusi neuromuscolari e terminazioni nervose).Si tratta di un vero e proprio sistema di percezione del corpo in relazione al movimento, alla postura, all’equilibrio e alle condizioni interne. Un buon livello di propriocezione conferisce all’atleta una migliore consapevolezza del proprio corpo, soprattutto in contesti dinamici che coinvolgono cambi di direzione, salti e atterraggi. Il controllo propriocettivo passa da una condizione statica al movimento con numerose varianti in lassi di tempo molto piccoli e con variabili poco prevedibili. Il primissimo approccio per recuperare la propriocezione parte dal semplice appoggio del piede sul pavimento o su una superficie morbida (es. un materassino), prima da seduti per ridurre il più possibile il carico sull’arto in fase di riabilitazione. In questo modo l’atleta ricomincia a stimolare il sistema neuromuscolare.  Successivamente, ma ancora nella fase di appoggio parziale, si può utilizzare una superficie mobile, quale la tavoletta propriocettiva.

Si procede con gli stessi esercizi svolti a carico parziale nel momento in cui la persona inizia a camminare caricando sull’arto infortunato mediante diversi metodi: Le tavolette di Freeman che consentono movimenti unidirezionali, le tavolette circolari che consentono movimenti a 360°, materassini, bosu, tappeti elastici; sono questi gli attrezzi maggiormente utilizzati, perché forniscono una buona varietà di appoggio e stimolazione sensoriale grazie al differente materiale di cui sono costituiti.

La propriocezione quindi nella fase riabilitativa dopo l’intervento di ricostruzione del Legamento Crociato Anteriore deve andare di pari passo con gli altri due aspetti (tono muscolare e ROM), deve essere graduale ed essere stimolante per l’atleta. Il lavoro dovrebbe sempre proseguire anche a riabilitazione terminata, quando l’atleta ha ripreso la sua attività sportiva come quella prima dell’infortunio. Così facendo l’atleta manterrà un livello ottimale di sicurezza e consapevolezza del proprio corpo nei vari spostamenti e schemi motori che si troverà a mettere in atto.

 

Vediamo nello specifico in questo video un esempio di lavoro propiocettivo e di core stability a 9 settimane:

Related Posts

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o disattivarli in impostazioni privacy.
AccettaImpostazioni Privacy

GDPR

  • Condizioni di privacy

Condizioni di privacy

INFORMATIVA PRIVACY PAZIENTI

 

Gentile Paziente,
in ottemperanza agli obblighi previsti dal Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 (GDPR) con la presente intendiamo informarLa che la RIABILIA di Luigi Barillaro & C. s.r.l., con sede legale in Via Monte Grappa, 7 – 89029 Taurianova (RC), e sede operativa in S.da Priv. Trav. Via F. S. Alessio, 2 – 89029 Taurianova (RC); partita IVA 01374620803, Iscritta al Registro delle Imprese di Reggio Calabria, numero REA: RC 125808, PEC: riabilia@pec.it,  in qualità di Titolare sottoporrà a trattamento i dati personali che La riguardano e che ci sono stati o ci potranno venire – da Lei o da altri soggetti – conferiti/comunicati nel corso del rapporto con la nostra struttura. Il trattamento dei dati, da Lei liberamente conferiti o in altro modo raccolti, sarà effettuato nel rispetto delle norme privacy in vigore; improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e svolto nell’osservanza dei principi di pertinenza, completezza e non eccedenza.

I dati saranno raccolti e registrati per le sole finalità di cui al punto 1.

 

Pertanto, secondo quanto previsto dall’articolo 13) del Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 (GDPR), La informiamo che:

 

  1. FINALITA’ DEL TRATTAMENTO

I dati da Lei forniti verranno trattati per le seguenti finalità:

  1. a) Per il regolare svolgimento delle attività previste dall’oggetto sociale per la corretta e completa esecuzione delle attività di valutazione fisioterapica, prevenzione, cura e riabilitazione svolte a tutela della sua salute dal Centro Sanitario di Riabilitazione “RIABILIA di Luigi Barillaro & C. S.r.l.”, Il rifiuto dell’interessato di conferire i dati personali comporta l’impossibilità di adempiere all’attività;
  2. b) Archiviazione e comunicazione dei dati personali e sensibili a “A.S.P. di Reggio Calabria (solo soggetti convenzionati)
  3. c) Archiviazione e comunicazione dei dati personali e sensibili a “UVM” Unità di Valutazione Multidisciplinare (solo soggetti convenzionati)
  4. d) Registrazione dei propri dati sanitari all’interno del programma gestionale aziendale. Il suo esplicito consenso può rendere disponibili i Suoi dati e documenti sanitari, che vengono formati, integrati e aggiornati nel tempo dai soggetti interni all’azienda, in modo da documentare, in prospettiva, la Sua intera storia clinica. Si precisa che l’eventuale mancato consenso al trattamento non incide sulla possibilità di accedere alla prestazione riabilitativa richiesta.
  5. e) La tenuta della contabilità generale, per le fatturazioni, per la gestione dei crediti, per gli obblighi civilistici e fiscali previsti dalla legge;
  6. f) Durante le attività di terapia svolte dal Centro Sanitario di Riabilitazione “RIABILIA di Luigi Barillaro & C. S.r.l” potranno essere effettuate foto e/o ripreso video ad uso esclusivamente interno alla struttura per fini di studio e valutazione dell’efficacia terapeutica. (previa acquisizione di Suo esplicito consenso)

 

  1. MODALITA’ DEL TRATTAMENTO

Il trattamento sarà effettuato sia con l’utilizzo di supporti cartacei che con l’ausilio di strumenti elettronici, informatici e telematici idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi in conformità a quanto stabilito dall’art. 32) del Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 (GDPR).

Il trattamento potrà consistere nelle operazioni di: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, utilizzo, selezione, estrazione, raffronto, trasmissione, comunicazione, cancellazione.

 

  1. NATURA DEL CONFERIMENTO DEI DATI

Il conferimento dei dati:

per il punto 1 a), è facoltativo, ma costituisce condizione necessaria ed indispensabile al corretto svolgimento delle attività di valutazione fisioterapica, prevenzione, cura e riabilitazione svolte a tutela della sua salute dal Centro Sanitario di Riabilitazione.

Per il punto 1 b e 1 c), indispensabile e non necessita del Suo consenso in quanto la comunicazione dei suoi dati all’ A.S.P. di Reggio Calabria diventa per la struttura un obbligo di legge. (solo soggetti convenzionati)

Per il punto 1 d e 1 f) Facoltativo.

La raccolta dei dati personali ha anche natura obbligatoria dovendosi dare corso agli adempimenti di legge e fiscali. (punto 1 e)

 

  1. AMBITO DI DIFFUSIONE DEI DATI

I soggetti o le categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati o a cui potranno essere comunicati i dati sono il Titolare, Responsabili del Trattamento, Responsabile della Protezione dei Dati ed Autorizzati al Trattamento, 

I dati personali ed il relativo trattamento potrà essere oggetto di comunicazione a familiari dei pazienti, laboratorio analisi, medici specialisti, aziende ospedaliere, case di cura private, medici associati, fisioterapisti, società per lo svolgimento di attività economiche, o per l’assolvimento di norme di legge (studi commercialisti, avvocati).

I dati forniti non saranno in alcun caso oggetto di diffusione o comunicazione a terzi, fatti salvi i soggetti cui la facoltà di accedere ai dati sia riconosciuta da disposizioni di legge o da ordini delle autorità.

Qualora il trattamento potesse riguardare dati personali rientranti nel novero dei dati “sensibili” (ad esempio presso la seguente struttura, dati personali idonei a rivelare lo stato di salute) il trattamento sarà effettuato nei limiti indicati dalle Autorizzazioni Generali del Garante Privacy, secondo le modalità previste dal D.lgs. 196/03, così come modificato dal D.Lgs n. 101/2018, e per le finalità strettamente necessarie al regolare svolgimento dell’attività aziendale, delle operazioni relative all’erogazione di prodotti/servizi e all’adempimento di obblighi contrattuali e/o di legge/regolamento.

I dati in questione non saranno comunicati ad altri soggetti oltre a quelli previsti nella presente informativa e i dati idonei a rivelare lo stato di salute dell’interessato non saranno comunque in alcun caso diffusi.

In ogni caso Lei potrà sempre richiedere in qualsiasi momento al Rappresentante legale del Titolare del Trattamento o al Responsabile della Protezione dei Dati copia dei Suoi dati personali, informazioni in merito alla località in cui i Suoi dati personali sono trattati e un elenco aggiornato con gli estremi identificativi di tutti i Responsabili del Trattamento e degli Amministratori di Sistema autorizzati al trattamento dei Suoi dati.

 

  1. PERIODI DI CONSERVAZIONE

I Dati Personali verranno conservati dal Titolare del Trattamento, per un periodo necessario alla corretta gestione del paziente presso la struttura, e per un periodo di tempo successivo per adempiere a qualunque tipo di obbligo previsto da leggi, regolamenti o normativa comunitaria. Al termine del periodo di conservazioni i Dati Personali ed i dati acquisiti del cliente saranno cancellati. Pertanto, allo spirare di tale termine il diritto di accesso, cancellazione, rettificazione ed il diritto alla portabilità dei Dati non potranno più essere esercitati.

 

  1. DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali potranno in ogni momento esercitare i diritti loro riconosciuti nei confronti del Titolare del trattamento, così come previsto dal Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 e dal D.lgs. 196/03, così come modificato dal D.Lg.vo n. 101/2018. In particolare potranno:

  1. avere conferma dell’esistenza o meno di dati personali che li riguardano, anche se non ancora registrati, e averne comunicazione in forma intelligibile;
  2. ottenere l’indicazione dell’origine dei dati personali, delle finalità e modalità del trattamento; della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato
  3. ottenere l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione dei dati;
  4. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  5. avere attestazione che le operazioni predette sono state portate a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
  6. opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che li riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta, ed al trattamento di dati personali che li riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
  7. ricevere i suoi dati e quelli inseriti nell’applicativo, in forma strutturata e leggibile da un elaboratore di dati e in un formato comunemente usato da un dispositivo informatico (portabilità dei dati); 
  8. Reclamo al Garante Privacy;

Per l’esercizio di tali diritti, l’interessato potrà rivolgersi direttamente al Rappresentante legale del Titolare del trattamento dei dati o al (Data Protection Officer (DPO)

Il Titolare ha nominato un Responsabile della Protezione dei dati personali (Data Protection Officer -DPO) che può essere contattato per ogni informazione e richiesta: Arch. Girolamo Fazzari – e-mail: info@studiogirolamofazzari.it;